COME PUOI FARE LA DIFFERENZA DEL MONDO ANCHE SE TI SENTI UN FALLITO

Quando ero bambino detestavo gli altri bambini. 

Mi sembravano tutti oltremodo agitati e frenetici per i miei gusti. Andava molto di moda organizzare il compleanno dei figli al McDonald’s. Io odiavo andare a questi compleanni. Troppo casino, troppi bambini senza cervello. Ero un bambino calmo e tranquillo, e mi divertivo a giocare anche da solo.

Mi sentivo tremendamente a disagio ma senza nessun motivo particolare.

Mi sentivo fuori luogo, ecco.

Nella mia vita ho avuto pochi ma buoni amici. Ho sempre preferito la qualità alla quantità. Anche oggi la gente adulta mi sembra senza cervello.

Posso certamente dire che ci avevo visto lungo fin da piccolo.

Il mio problema, perché di problema si tratta visto che mi distacca dalla maggioranza, è che non riesco proprio a vivere nella normalità. Sento la necessità costante di andare in profondità, la stessa profondità che viene ripudiata dalle masse in favore di frivolezze che portano solo a sprecare il tempo.

Quello che voglio dire è che diversi dal resto del mondo ci si nasce. Puoi fingere di essere diverso per un giorno, una settimana, un mese, ma non per sempre. Se nasci cretino morirai cretino.

E guarda, non importa il tuo mestiere, quanto guadagni, non vuol dire neppure il tuo titolo di studio. Là fuori ci sono milioni di laureati che svenderebbero le tube di Falloppio della propria madre per un posto da tronista.

Ma perché è la natura stessa che crea gli imbecilli. La natura infatti funziona in maniera molto semplicistica in fondo. Ti fa nascere, ti fa riprodurre e ti uccide. Tutto qui. E magari se sei tra coloro che non si accontentano di fare parte di questo odioso ciclo della vita diventi una piaga, un cancro per l’intero sistema.

Perché è questa la cruda realtà. E’ l’eccezione, il diverso, quella piccola minoranza che si discosta dalla massa a costituire da un lato il germe del progresso umano e dall’altro l’essenza dell’essere parassiti. Gli imbecilli, che costituiscono il 99,9% degli esseri umani, seguono con spontaneità il naturale corso del mondo. Per fare un Leonardo devono essere nati almeno cento milioni di deficienti. Non c’è scampo, e se non sono cento milioni saranno stati un miliardo.

E’ molto probabile che tu che stai leggendo appartieni al 99,9% degli imbecilli. Se è così, ti dico questo. Vuoi davvero fare qualcosa di importante nella tua vita? Desideri realmente fare la differenza e contribuire al progresso del genere umano?

Bene, non ti sforzare, sarebbe inutile. Prendi una bella zappa, una fantastica vanga e mettiti a scavare. Alla peggio se non saprai neppure coltivare due patate, potrai sempre diventare un ottimo becchino.

Ma se invece sei davvero un tipo tosto e senti che non la darai vinta così facilmente alla vita scrivimi a info@mysteryweb.it e comincia subito la strada che ti porterà dalle stalle alle stelle.

Buona giornata

Lascia un commento